Ziga si presenta

[iframe src=”//www.youtube.com/embed/iV2Ct-6wQwo?rel=0″ width=”243″ height=”243″]

L’autore ha creato il blog con le zampe; ma non è un cane comune e  l’ha creato allo scopo di abbattere il barone Von Richthofen.
Ma siccome, dicevamo, l’autore del blog non è un cane ma è una gatta che dorme alla luna…
… tale autore, o meglio tale autrice, sa di essere la padrona dei sogni. Lo sa perché l’ha letto in una poesia di Borges: “Eres el dueño”, dice Borges al gatto, “de un ámbito cerrado como un sueño”. Che fa anche rima. La rima, com’è noto, serve a dimostrare l’esattezza del pensiero (la parola giusta, che fa rima, corrisponde al concetto esatto; le idee sbagliate, invece, non fanno rima). L’autrice, del resto, ha un pensiero per capello.

E ne lascia un sacco in giro — cosa peraltro comune a tutti i gatti.
Ogni tanto raccoglie i pensieri dispersi nella stanza e li appallottola con cura fino a ottenerne un gomitolo.

Dal gomitolo di capi imbrogliati ricava poi i fili con cui costruisce stelle, fiori e farfalle…

… e tutte le storie che occorrono per riempire il mondo e nutrirlo di buffi pensieri.

E come un piccolo cane contro il Barone Rosso, i pensieri volano ogni notte per sconfiggere la paura. Ma, come Snoopy non vince mai il Barone Rosso, così i pensieri non vincono mai la paura, che ogni notte indica loro la via in cui pensare…