Io non ho amato mai (canto ebraico)

Dopo i post dedicati all’assassinio di Vittorio Arrigoni, mi sono interessato di nuovo alla vicenda di Israele e del conflitto arabo-israeliano.
Israeliani e palestinesi non li conoscevo molto bene, ma comunque li avevo mandati al diavolo dopo la Seconda Intifada e la conseguente interruzione del percorso di pace: sembrava che la pace fosse raggiungibile, ma dal 1996 le cose si sono di nuovo complicate: l’amministrazione corrotta di Arafat ha causato l’impoverimento dei palestinesi, il governo israeliano ha proseguito l’insediamento di nuove colonie, e le tensioni sono via via cresciute finché nel 2000, con la ripresa dell’Intifada, palestinesi e israeliani si sono rimessi a litigare peggio di prima, ricominciando una guerra che sembra davvero interminabile.
Ora però ho pensato di approfondire almeno un pochino elementi storici e culturali di queste terre che per una sciagura o una beffa della storia son state dette sante. Tra le altre cose, ho cercato qualche esempio di musica palestinese e di musica ebraica o israeliana.
Una canzone ebraica, Od lo ahavti dai, ballata al modo tradizionale, mi è parsa carina. Anche il testo mi è simpatico: fa parte di quelle che chiamo “canzoni dell’inamore”, in cui i temi del desiderio e dell’amore sono posti senza presentarli in un cliché di sogni avverati.

Naomi Shemer
Io non ho amato mai


[iframe class=”aligncenter” width=”500″ height=”405″ src=”http://www.youtube.com/embed/xqOxUyvV9ZU?rel=0″]

1.
Non ho fatto un paese con queste mani, cara,
non ho trovato l’acqua in mezzo al Sahara,
né disegnato un fiore e né scoperto se
ho fatto già la strada che sta di fronte a me.

Ritornello:
Ahi… Io non ho amato mai.
Il vento soffia in faccia e dice “Vai!
Ahi… Se non ti fermerai
l’amore che tu cerchi troverai”

2.
Non ho piantato l’erba, fondato una città,
non ho piantato vigne sul colle che sta là.
Io non ho ancora fatto con queste mani, sai,
non ho provato tutto, io non ho amato mai.

Ritornello:
Ahi… Io non ho amato mai.
Il vento soffia in faccia e dice “Vai!
Ahi… Se non ti fermerai
l’amore che tu cerchi troverai”

3.
Io no, non ho famiglia, un canto non ho dato,
al tempo della messe non m’ha mai nevicato,
io non ho scritto ancora un’autobiografia,
la casa dei miei sogni è ancora un’utopia.

Ritornello:
Ahi… Io non ho amato mai.
Il vento soffia in faccia e dice “Vai!
Ahi… Se non ti fermerai
l’amore che tu cerchi troverai”

4.
E nonostante tu sia bella e tu sei mia,
da te io fuggo come da un’epidemia.
Ci sono tante cose che voglio fare ancor,
aspettami, ti prego, un anno solo ancor…

Ritornello:
Ahi… Io non ho amato mai.
Il vento soffia in faccia e dice “Vai!
Ahi… Se non ti fermerai
l’amore che tu cerchi troverai”

(Traslazione in italiano cantabile di Daniel Shalev)

 
Testo ebraico traslitterato:

Naomi Shemer
Od lo ahavti dai

1.
Be’eleh hayadayim od lo baniti kfar,
Od lo matzati mayim be’emtza hamidbar,
Od lo tziyarti perach, od lo giliti eych,
Yovil oti haderech ule’an ani holech.

Refrain:
Aiy aiy ai – Od lo ahavti dai
Haruach ve ha shemesh al pana’i
Aiy aiy ai – Od lo amarti dai
Ve im lo, im lo achshav ei’ma’tai?

2.
Od lo shatalti deshe, od lo hekamti ir,
Od lo natati kerem al kol giv’ot ha gir
Od lo ha kol asiti mamash bemo yadai
Od lo hakol nisiti, od lo ahavti dai.

Refrain:
Aiy aiy ai – Od lo ahavti dai
Haruach ve ha shemesh al pana’i
Aiy aiy ai – Od lo amarti dai
Ve im lo, im lo achshav ei’ma’tai?

3.
Od lo hekamti shevet, od lo chibarti shir,
Od lo yaradli sheleg be’emtza hakatzir
Ani od lo katavti et zichronotay
Od lo baniti li et bet chalomotay.

Refrain:
Aiy aiy ai – Od lo ahavti dai
Haruach ve ha shemesh al pana’i
Aiy aiy ai – Od lo amarti dai
Ve im lo, im lo achshav ei’ma’tai?

4.
Ve’af alpi she’at po, ve’at kol kach yafa
Mimech ani boreach kemo mimagefa
Od yesh harbe dvarim sheratziti laasot
At betach tislechi li gam bashna hazot.

Refrain:
Aiy aiy ai – Od lo ahavti dai
Haruach ve ha shemesh al pana’i
Aiy aiy ai – Od lo amarti dai
Ve im lo, im lo achshav ei’ma’tai?

Questa voce è stata pubblicata in musica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Io non ho amato mai (canto ebraico)

  1. Daniel Shalev scrive:

    Con un po’ di ritardo, e quasi per caso, mi imbatto in questo blog.
    Senza entrare in questioni di politica, ti invito ad entrare nel mio sito (in italiano) http://www.leoperedidani.com, nel quale potrai trovare le mie versioni cantabili di più di 100 canzoni israeliane. forse potrai scoprire che Israele non è tutto guerre (ma, come ho detto, senza politica). incidentalmente nello stesso sito ci sono anche una quarantina di versioni cantabili di De André, Battisti e simili, che ho fatto affinché gli Israeliani sapessero che l’Italia non è tutta spagetti e… oh sole mio.
    buona lettura

    Daniel Shalev

  2. jakkarol scrive:

    Grazissime, questo link ci voleva! Ho dato un’occhiata… ho letto l’inizio delle Avventure (militari) libanesi, del Poema Riciclabile e dell’Anno del Maiale di fuoco (tanto per non stare in tema di guerra e di politica 🙄 ) e ho visto le innumerabili canzoni israeliane… Penso proprio che leoperedidani.com saranno una buona lettura!
    Comunque, Od lo ahavti dai l’avevo trovata facilmente facendo un giro su YouTube, e penso non sia difficile trovare cose su Israele al di là degli stereotipi e del tema “conflitto arabo-sionista”. Ho trovato invece più difficoltà con i palestinesi, a parte le musiche tradizionali di matrimonio…

I commenti sono chiusi.