Archivi del mese: aprile 2011

Karol e la speranza

domani beato presto santo vicino a tutti noi in vita sei stato continui ad esserlo dopo che qui ci hai lasciato… Ti voglio bene, Karol Wojtyła papa Giovanni Paolo II   Karol Wojtyła La speranza che va oltre la fine … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, religione | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Karol e la speranza

L’insetto nucleare (un cattivo racconto)

Mi hanno portato da leggere un racconto dell’assurdo. Mi hanno detto che è la storia di un insetto. L’assurdo è un genere che va ancora un po’ di moda, ma sono diffidente, temo che vi si inseriscano con malintesa facilità … Continua a leggere

Pubblicato in politica, racconti | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su L’insetto nucleare (un cattivo racconto)

Come cacciucco

Il rivisto. No nel senso di essere visto e rivisto ma proprio nel senso di rivista al maschile perché blog… I miei scritti su questo blog sono un vero cacciucco livornese, e come il famoso piatto fatto di tanti tipi … Continua a leggere

Pubblicato in senza argomento | Commenti disabilitati su Come cacciucco

Piove sul mare

Cesare Pavese Piove sul mare Piove senza rumore sul prato del mare. Per le lucide strade non passa nessuno. Si direbbe un paese sommerso. La sera stilla fredda su tutte le soglie e le case spandon fumo azzurro nell’ombra. Rossastre … Continua a leggere

Pubblicato in mare, poesia | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Piove sul mare

Festa del pianeta Terra 22 aprile

Oggi, Venerdì Santo, attraverso le parole della monaca agostiniana Madre Maria Rita Piccione, che ha curato la redazione della Via Crucis 2011 al Colosseo, voglio unire la sofferenza e morte del Cristo alla vita della Terra. Faccio riferimento alla 14a … Continua a leggere

Pubblicato in ambiente e sviluppo | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Festa del pianeta Terra 22 aprile

Venerdì Santo e Pasqua di Resurrezione attraverso la Sacra Sindone

Quale commento migliore di queste immagini al significato della Pasqua  che non siano quelle dell’anima? Per la mia ricerca interiore e per quella di ognuno lascio dei link al miglior uso e il primo link di 12 del Film di Mel Gibson … Continua a leggere

Pubblicato in religione | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Venerdì Santo e Pasqua di Resurrezione attraverso la Sacra Sindone

Gli ebrei e il denaro

Per alcuni anni ho frequentato una piccola libreria gestita da un ebreo. A dire il vero non sembrava un ebreo, dato che non era un fanatico religioso, non credeva nemmeno in Dio e non aveva un aspetto speciale. Quindi per … Continua a leggere

Pubblicato in pensieri | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Gli ebrei e il denaro

Manifesto dei giovani di Gaza

Nel dicembre 2010 un gruppo anonimo di studenti della striscia di Gaza, i GYBO (i Gaza Youth Breaks Out, che nei mesi seguenti diventeranno la colonna portante del Movimento 15 marzo) avevano pubblicato su Facebook un manifesto politico che rompeva … Continua a leggere

Pubblicato in politica | Contrassegnato , , , , , , | Commenti disabilitati su Manifesto dei giovani di Gaza

La differenza tra Israele e un gruppo di terroristi ubriachi

Vittorio Arrigoni si era trasferito a Gaza dal 2008 ma già in precedenza, come membro dell’International Solidarity Movement, si era interessato alla causa palestinese e aveva viaggiato nei territori occupati. Nel 2005 il governo israeliano l’aveva inserito nella lista nera … Continua a leggere

Pubblicato in politica | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su La differenza tra Israele e un gruppo di terroristi ubriachi

Con te per la pace, Vittorio Arrigoni

Il vento della follia ha macchiato del tuo sangue le mani assassine Per te la vita è amore che allontana il sé in direzione dell’altro La mente, lo spirito e le mani vicine in un partecipe dolore e reale aiuto … Continua a leggere

Pubblicato in pensieri, poesia | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Con te per la pace, Vittorio Arrigoni

Vennero a prendere gli zingari

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi … Continua a leggere

Pubblicato in pensieri | Commenti disabilitati su Vennero a prendere gli zingari

Violetta – Johann Wolfgang Goethe a Livorno – da Pensieri di Coccio (poesie e libere interpretazioni di “Coccio”)

Johann Wolfgang Goethe Violetta Una violetta stava sul prato, piegata su sé stessa e sconosciuta, era una violetta, ma aveva un’anima! E venne una pastorella con passo lieve e mente lieta, si avvicinava al prato, e cantava. Ah!, pensò la … Continua a leggere

Pubblicato in livornesità, poesia, umorismo | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Violetta – Johann Wolfgang Goethe a Livorno – da Pensieri di Coccio (poesie e libere interpretazioni di “Coccio”)

Fra le mie dita tenevo un gioiello – Emily Dickinson a Livorno – da Pensieri di Coccio (poesie e libere interpretazioni di “Coccio”)

Emily Dickinson FRA LE MIE DITA TENEVO UN GIOIELLO Fra le mie dita tenevo un gioiello Quando mi addormentai. La giornata era calda, era tedioso il vento E dissi “Durerà”. Sgridai al risveglio le dita inconsapevoli La gemma era sparita. … Continua a leggere

Pubblicato in livornesità, poesia, umorismo | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Fra le mie dita tenevo un gioiello – Emily Dickinson a Livorno – da Pensieri di Coccio (poesie e libere interpretazioni di “Coccio”)

Centrale a biomasse a Livorno

Il Tar ha respinto il ricorso avanzato dai cittadini livornesi e da Medicina Democratica sentenziando che i ricorrenti non avrebbero titolo per ricorrere contro la costruzione di una centrale a biomasse che l’Impresa Portuali vuole costruire nel porto di Livorno, … Continua a leggere

Pubblicato in ambiente e sviluppo | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Centrale a biomasse a Livorno

L’insegnamento

Storiella di un insegnante bravissimo e preparatissimo che tiene le sue lezioni a un gruppo di studenti modello. Il suo migliore insegnamento avviene quando, per una sbadataggine, dimentica di recarsi a scuola. Continua a leggere

Pubblicato in pensieri, racconti | Contrassegnato | Commenti disabilitati su L’insegnamento

E la sirena cantò la sua ultima canzone per i 140 del Moby Prince…

Dedicai questa poesia alle persone decedute sul Moby Prince. La propongo oggi perché la musica della vita sarebbe muta se le corde della memoria le venissero strappate. E LA SIRENA CANTÒ Fiori freschi fiori di campo fiori coltivati fiori recisi … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su E la sirena cantò la sua ultima canzone per i 140 del Moby Prince…

Garibaldi e Bossi

La riflessione di Claudio Rizzato è un po’ forte? Un po’ colorita? Be’, non da meno di Bossi in quanto a “forza” e… colore che non si addice alla “padania”. La padania di Bossi è grigia, grigio nebbia senza il … Continua a leggere

Pubblicato in pensieri, politica, storia | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Garibaldi e Bossi

Vicino o lontano

Invidia del tuo passato Vicino o lontano nel tempo Lontano per me che non l’ho vissuto Invidia per tutte quelle che hai amato Vicino o lontano nel tempo Lontano da me che non ti ho conosciuto Invidia per l’amore ricevuto … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Vicino o lontano

Dante dove lo metterebbe un Berlusconi?

Una nota sull’intervento di don Giorgio a Exit, dove mi sembra che il parroco di Monte di Rovagnate, augurandosi che il Padreterno mandi un ictus a Berlusconi, non abbia imitato un ayatollah che lancia una fatwa, ma abbia piuttosto riecheggiato le invettive dei profeti o i contrappassi di Dante. Continua a leggere

Pubblicato in politica | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Dante dove lo metterebbe un Berlusconi?

Vent’anni (ma non fu un peccato)

Ricordi di un amore a vent’anni, tra sesso e politica, in sospeso tra i grandi ideali e il nulla, quando il resto del mondo, con le sue regole e le sue ambizioni convenzionali, mi sembrava una cosa estranea che non mi riguardava. Continua a leggere

Pubblicato in racconti | Commenti disabilitati su Vent’anni (ma non fu un peccato)

L’Aquila: le solite vittime rompicoglioni

Nell’anniversario del terremoto, gli aquilani protestano perché finora è stato fatto poco e male. Ma perché si lagnano sempre? Il Berlusconi le barzellette le ha distribuite a tutti; sono un po’ volgari, ma sempre meglio di Gino Bramieri. E per quanto riguarda i problemi reali, vorrete mica che li risolva Gino Bramieri! Video sulla condizione precaria delle casette date ai terremotati. Continua a leggere

Pubblicato in ambiente e sviluppo, politica | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su L’Aquila: le solite vittime rompicoglioni

Don Giuseppe Spaggiari, un non eroe di Livorno

Da sinistra, don Roberto Angeli, don Spaggiari e don Renato Roberti Come ho detto in un altro articolo, da adolescente frequentavo la Parrocchia di San Matteo, guidata da don Renato Roberti nel periodo in cui era presente don Luciano Musi come … Continua a leggere

Pubblicato in gente di livorno, religione | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su Don Giuseppe Spaggiari, un non eroe di Livorno

Ritratti su commissione

Racconto breve su un pittore paesaggista che incomincia a gareggiare con la natura e poi, con il passare degli anni, si modernizza, conosce internet e infine si mette a gareggiare con Google. Continua a leggere

Pubblicato in racconti | Commenti disabilitati su Ritratti su commissione

Bobo Rondelli – Ipotesi

Nella canzone inedita “Ipotesi” Bobo Rondelli dice: “Con i satelliti sanno già ormai i peli in culo che nemmeno tu lo sai. O come mai Bin Laden ’un lo piglian mai? Te lo di’o io perché: perchè Bin Laden serve vivooo”. Continua a leggere

Pubblicato in musica, politica | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Bobo Rondelli – Ipotesi

Le intercettazioni telefoniche nell’antica Roma

In un passo curioso dell’Eneide di Virgilio, Lacoonte avverte i suoi che il cavallo di Troia potrebbe essere una macchina lasciati lì dagli achei per spiare dentro case dei troiani. La “sindrome dell’intercettato” c’era quindi già ai tempi di Virgilio, nell’antica Roma, anche se i telefoni e le microspie non erano ancora stati inventati. Continua a leggere

Pubblicato in pensieri | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Le intercettazioni telefoniche nell’antica Roma

Opinioni sulla guerra in Libia: Mauro Vanetti – Per la rivoluzione araba

Un articolo di Mauro Vanetti sulle vicende in Libia, svolto da un punto di vista marxista e nella prospettiva dei movimenti rivoluzionari arabi. Continua a leggere

Pubblicato in politica | Contrassegnato , , | 1 commento