Dé maddé: lo spirito mondo di Livorno

Una simpatica canzone dei Licantropi ci presenta una particolarità di Livorno…

Amore, ma dove mi hai portata?
Boiadé…

Dé maddé boia dé maddé guarda lui lì
maddé bello, figu vieni vì.
Dé maddé boia dé maddé dici a me
invece te, ma se un ti fai mai vedé.

E questo non è un mantra tibetano
né un coro di preghiera musulmano
non è buddismo indiano o giapponese
ma è quello che si dice un livornese.

Se vai nella città dei Quattro mori
dove il libeccio spettina i signori
e giri per le strade intorno al porto
ti giuro amore un giorno ti ci porto.
A sentire…

Dé maddé boia dé maddé …

E questo non si dice in sinagoga
non lo dice don Abbondio con la toga
non lo canta la tribù degli zulù
non è sabba delle streghe né voodoo.

Ma se vai nella città che io amo tanto
quella col cuore tinto d’amaranto
e giri per le strade del mercato
hai visto amore poi ti c’ho portato…

E si va nella mia città
cacciucco e baccalà, del Livorno in serie A
5 e 5 a volontà, della Izzeri e Cianciua
e der budello di tu mà, la mia la lasci stà.

Maddé maddé ma boia dé
Dé maddé maddé ma boia dé

E dicono che questa è la più strana
tra tutte le città della Toscana
per via di quella legge livornina
che pressappoco sai cosa diceva.

Qualunque culto razza o religione
vieni a Livorno ti ci trovi bene
anche se sei del posto più lontano
basta però che tu non sia un pisano

E si va nella mia città
cacciucco e baccalà, Livorno in serie A
e budello di tu mà, 5 e 5 a volontà
c’è Antignano, c’è Corea,
c’era la Izzeri e Cianciua
le ’atene ai portuali ed i ponci der Civili
le pottine in baracchina,
Vernacoliere fino in Cina
ci s’ha pure il grattacielo,
e la Madonna a Montinero
e da tutta la città si alza un grido Pisa merda

Maddé maddé ma boia dé
Dé maddé maddé ma boia dé
maddé.

I Licantropi
Dé maddé

“ … E dicono che questa è la più strana
tra tutte le città della Toscana
per via di quella legge livornina
che pressappoco sai cosa diceva.
Qualunque culto razza o religione
vieni a Livorno ti ci trovi bene
anche se sei del posto più lontano
basta però che tu non sia un pisano …”

[iframe class=”aligncenter” type=”text/html” width=”432″ height=”351″ src=”http://www.youtube.com/v/RWmH5K67LAE&rel=0″]

Questa voce è stata pubblicata in linguaggio, livornesità, musica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.